Archivio per la categoria ‘Windows XP’


Vi ricordate lo sfondo di Windows Xp che raffigurava una stupenda collina al disotto di un cielo azzurro? Se non la ricordate ecco la foto:

Ora quasi sicuramente la ricorderete,bene questa collina si chiama Bliss ed è una foto che fu scattata da Charles O’Rear in Sonoma County, California,acquistata dalla Microsoft e mai stata ritoccata.

A distanza di quasi 15 anni tutta quella vasta area di verde ha dato spazio a dei vigneti,eccola com’è ora:

Davvero un peccato vero??

Annunci

Se c’è una cosa di cui più sono geloso è del mio Pc,può capitare di avere dei genitori o dei fratelli e sorelle molto invadenti,che anche se avvertiti,accedono al nostro Pc quando non ci siamo.

Se sospettate che qualcuno sia potuto accedere al vostro Pc sarà meglio controllare l’ora e la data dell’ultimo accesso. Vediamo come fare.

Per visualizzare l’ultima data ed ora di accesso bisogna aprire il Visualizzatore Eventi,potrete farlo in 4 modi:

  • C:\Windows\system32\eventvwr.exe;
  • Scrivete “Eventi” nel Cerca di Windows e poi cliccate su Visualizzatore eventi ;
  • Recandovi in Pannello di Controllo>  Sistema e manutenzione> Strumenti di Amministrazione> Visualizza i registri eventi;
  • Recatevi in Start>Esegui e scrivete Eventvwr .

Una volta aperto il Visualizzatore eventi usando una delle quatro opzioni sopra descritte cliccate su Registri di Windows> Sistema e controllate se nella data e nell’ora in cui voi non eravate a casa sia stato acceso il Pc.


Avete mai invidiato gli attori nei film che per accedere a stanze segrete,o a dati importanti utilizzavano il riconoscimento tramite un impronta,un’occhio o il viso??

Da oggi anche voi potrete effettuare l’accesso al vostro Pc tramite il riconoscimento facciale,grazie a Blink,un softwere sofisticato che usa algoritmi di riconoscimento dei volti.

Inoltre il programma è in grado di riconoscere il nostro viso anche se effettuiamo dei cambiamenti al nostro aspetto,come ad esempio taglio di capelli,barba trucco ecc..

Il suo utilizzo è semplice,una volta scaricato bisogna installarlo e configurarlo,quindi per prima cosa dobbiamo scegliere la periferica della Webcam.

Successivamente dobbiamo registrare il nostro volto per effettuare poi il riconoscimento,quindi ricordatevi di non indossare occhiali o cappelli e di avere un espressione normale senza ridere.

Vi ricordo inoltre che nel momento in cui avviene la registrazione del nostro viso dovrete ruotare la testa da destra a sinistra,dopo pochi secondi, il programma ci informerà dell’avvenuta registrazione, e ci chiederà la password del nostro account di Windows (nel caso ne usaste una), digitiamo la password e clicchiamo su Finish

Dopo averlo configurato al prossimo accesso al Pc dovrete soltanto posizionarvi davanti alla webcam e sarete così autorizzati ad utilizzare il sistema.

Il programma viene rilasciato in versione di prova per 90 giorni dopodichè siete liberi di scegliere se disinstallare il programma o acquistare una nuova licenza.

 


Nei recenti articoli vi ho mostrato come attivare Dreamscene su Vindows 7 e su come attivarlo su tutte le versioni di Vista,ovvero l’utility che permette di impostare un video come sfondo del Desktop.

Per chiudere in bellezza non può mancare all’appello Xp,per questo oggi vi mostrerò come attivare questa utility anche su di esso.

Ci serviremo come su Windows 7 di un programma chiamato DreamScene Xp,il procedimento per l’attivazione è semplice,scaricate il programma da qui.

Avviate l’applicazione ed installatelo,nella schermata che vi appare dovrete solamente cliccare su “Enable DreamScene”.

Da questo momento ogni volta che cliccherete con il tasto destro su un video del formato wmv e mpg, apparirà nel menù contestuale la voce “set as desktop background“ che vi consentirà di impostare il video come sfondo.


In un recente articolo vi ho parlato di come creare una mappa delle abitazioni di tutti i nostri amici di Facebook,oggi invece voglio parlarvi di Twitter e della sua geolocalizzazione.

Dovete sapere che se  avete autorizzato Twitter a condividere la vostra posizione,ogni volta che condividerete un Tweet tramite cellulare sarà possibile rintracciare la vostra posizione.

Vi state domandando come è possibile localizzarvi? Semplice attraverso Creepy un programma gratuito in grado di localizzare gli utenti di Twitter e Flickr e sapere dove essi erano nel momento in cui hanno pubblicato una foto su Flickr o scritto un tweet su Twitter.

L’utilizzo del Softwere è molto semplice,una volta scaricato dal sito github e installato Creepy (su Windows o Linux), basta inserire il nome registrato su Twitter o il numero ID di un account Flickr per trovare informazioni su longitudine e latitudine relativi alle pubblicazioni fatte dall’account.
Grazie all’integrazione di Google Maps, le coordinate vengono mostrate sulla mappa e viene specificato anche quale foto o link o stato era stato pubblicato in quel momento.
Il programma non è perfetto, molto amatoriale e spesso dà errore o non trova nulla.

Fonte: Navigaweb


Nel precedente articolo vi ho mostrato come entrare in un Pc senza conoscere la Password,oggi invece vi mostrerò come creare un account nascosto su Windows Vista ed Xp e 7.

Ora vi domanderete perchè creare un account nascosto?? Semplice,molto spesso capita che un pc viene utilizzato da più componenti della propria famiglia, quindi alcune volte potrebbe essere necessario proteggere i propri dati dalla vista di qualche fratello o sorella  o dai genitori un pò curiosi. Per fare ciò il metodo più immediato che viene in mente è proteggere il proprio account con una password, ma il sistema è praticamente inutile, in quanto spesso è presente sul pc un’altro account amministratore che può facilmente disattivare la protezione appena messa.

Quindi per evitare di creare un account che potrà essere facilmente aggirato ,l’idea migliore è quella di creare un’account nascosto, più difficile da scoprire e non immediato da disattivare. Per fare ciò è possibile utilizzare una semplicissima procedura,funzionante sia su Windows Xp sia su Vista,mentre per Windows 7 la procedura è diversa

Per Xp e Vista:

  1. Per prima cosa dovete cliccare su Start, Esegui (oppure casella di ricerca se si usa Windows Vista) e digitare regedit. Premendo invio entrerete nel registro di sistema;

  1. Ora individuiamo la chiave di registro HKEY_LOCAL_MACHINE \ SOFTWARE \ Microsoft \ Windows NT \ CurrentVersion \ Winlogon \ SpecialAccounts \ UsertList;
  2. Se non la troviamo dobbiamo crearla, utilizzando questa procedura. Clicchiamo col destro su Winlogon poi selezioniamo Nuovo,  Chiave. Chiamiamo la chiave appena creata con il nome di SpecialAccount. Una volta fatto ciò ripetiamo la procedura, ma questa volta sulla chiave appena creata. La nuova chiave dovrà chiamarsi UserList.
  3. Ora, nella parte destra del registro, nella voce della chiave appena creata, clicchiamo sullo spazio bianco e selezioniamo Nuovo e poi Valore DWORD-(32 bit);
  4. Date al valore DWORD il nome dell’account nascosto che volete creare;
  5. Doppio click sul valore DWORD appena creato e controllate che sia posto il valore 0. Questo farà si che l’account creato sia nascosto. Se invece volete rendere visibile l’account dovete semplicemente inserire il valore 1;
  6. Infine riavviate il pc per rendere effettivi i cambiamenti apportati con questa procedura.

Ora, ovviamente, all’accendersi del computer non vedrete l’account appena creato, quindi per accedervi dovrete schiacciare due volte la serie di tasti CTRL, ALT, CANC.

Per Windows 7:

La prima procedura per attivarlo è la seguente:

  • Aprire come amministratore il prompt dei comandi. Per chi non lo sapesse bisogna clicare col destro sull’icona e selezionare Run as Administrator.

  • Ora digitate il comando net user administrator /active:yes. Se volte impostare una password per l’account amministratore digitate anche Net user administrator password, dove password è la password che si vuole impostare.
  • Riavviate il Pc.

Per disattivarlo basta digitare net user administrator /active:no nel prompt dei comandi.


La cosa più tragica che può capitarvi con un Pc,e quella di non riuscirlo più ad accendere,molto probabilmente a causa di un Virus.

Sicuramente la prima cosa che pensate di fare è quella di formattare il Pc,ma prima voglio proporvi una via d’uscita,un ultimo tentativo prima della formattazione.

Infatti prima di formattarlo possiamo provare ad avviare un Rescue CD,, ovvero un kit di strumenti che può operare al di fuori del sistema operativo.

Uno dei migliori è AVG Rescue CD sviluppato appunto da AVG,attraverso gli strumenti di cui dispone, è possibile riparare le macchine che non possono più essere avviate normalmente per colpa di un infezione profondamente radicata.
Infatti AVG Rescue CD integra una versione portable di AVG Anti-Virus che può eseguire la scansione delle unità collegate al sistema e rimuovere i virus che hanno causato il disastro. Il toolkit è disponibile in versione Live CD oltre che in quella per drive flash USB,è disponibile quindi in due versioni, quella in formato ISO per la masterizzazione su CD,  e l’altra in un archivio RAR contenente i file per l’utilizzo da drive flash USB. Entrambe hanno dimensioni di 70 MB circa.
Nota: Per la versione USB, è necessario estrarre il contenuto in una chiavetta USB e quindi eseguire il file makeboot.bat

Windows permette di creare un account con password sul Pc in modo tale che quando accendiamo il Pc ci vengono richieste le credenziali per l’accesso.

Può capitare a tutti di dimenticare di dimenticare la Password e di non riuscire più ad entrare.

Per far fronte a questo problema esiste un softwere chiamato Kon-Boot in grado di farvi entrare nel Pc senza conoscere la Password.

Il softwere è compatibile con Sistemi Windows 32 e 64 bit,e con Linux.

Il softwere è un immagine ISO quindi per farlo funzionare bisogna masterizzarlo su un CD o su una Penna Usb.

Scarica da qui


Con un semplicissimo script bat e un paio di chiavi “giuste” da inserire nel registro di sistema è possibile riavviare l’Esplora risorse di Windows dal menu contestuale del desktop. Il trucchetto funziona con tutte le versioni più recenti di Windows (anche quelle a 64 bit) e non presenta particolari controindicazioni. Che aspettate a provarlo? Trovate la procedura da seguire passo-passo qui sotto.
  • Aprire il Blocco Note (con privilegi da amministratore), incollare in esso quanto segue e salvare il documento come riavvia explorer.bat in “C:”:
  • TASKKILL /F /IM explorer.exe&&explorer.exe

  • Recarsi nel menu Start, digitare regedit nella barra di ricerca rapida e premere il tasto Invio per accedere all’editor del registro di sistema;
  • Recarsi in HKEY_CLASSES_ROOT\ Directory\ Background\ shell;
  • Fare click destro sulla cartella shell e selezionare la voce Nuovo > Chiave dal menu contestuale per creare una nuova cartella;
  • Rinominare la cartella (chiave) appena creata in Riavvia Esplora Risorse;
  • Fare click destro sulla cartella Riavvia Esplora Risorse e selezionare la voceNuovo > Stringa dal menu contestuale per creare una nuova stringa in “Riavvia Esplora Risorse”;
  • Rinominare la stringa appena creata in HasLUAShield;
  • Fare click destro sulla cartella Riavvia Esplora Risorse e selezionare la voceNuovo > Chiave dal menu contestuale per creare una nuova cartella;
  • Rinominare la cartella (chiave) appena creata in command;
  • Fare doppio click sulla stringa (Default) presente in “command” e assegnargli come valore “C:\riavvia explorer.bat” (ossia il percorso del file bat salvato in precedenza compreso fra virgolette).
È tutto! Senza nemmeno dover riavviare la sessione di lavoro, dovreste poter scorgere la nuova voce Riavvia Esplora Risorse nel menu contestuale del desktop di Windows e, dunque, riavviare il processo explorer.exe con un semplice click su di essa.
Per eliminare la voce dal menu contestuale, basta tornare nel regedit e cancellare la chiave Riavvia Esplora Risorse presente in “Shell”. Per avere la funzione di riavvio dell’Esplora Risorse nel menu contestuale senza “smanettare” nel registro, utilizzate questo script del sito ASKVG (che è un po’ diverso da quello appena visto insieme ma ha lo stesso effetto).

Fonte: Geekissimo

Come abilitare l’IPv6 in Windows XP

Pubblicato: 10 febbraio 2011 da angeldany in Computer, Windows XP

Windows XP, che è uscito nel lontano 2001, supporterà il nuovo protocollo IPv6 che eviterà il collasso della Rete, o no?

La risposta è sì, Windows XP supporta l’IPv6, ma bisogna abilitarlo manualmente. Se volete scoprire come, non vi rimane che continuare a leggere e mettere in pratica questa piccola guida che ho preparato per voi.

  • Recarsi nel Pannello di Controllo;
  • Accedere alla sezione Rete e connessioni Internet;
  • Cliccare sulla voce Connessioni di rete;
  • Fare click destro sull’icona della Connessione alla rete locale (LAN) e selezionare la voce Proprietà dal menu contestuale;
  • Cliccare sul pulsante Installa;
  • Selezionare la voce Protocollo e cliccare su Aggiungi;
  • Selezionare la voce TCP/IP Microsoft versione 6 e cliccare su OK;
  • Attendere qualche secondo che il protocollo venga aggiunto alla connessione e cliccare su Chiudi per chiudere le proprietà della “Connessione alla rete locale”.
Ora il protocollo IPv6 dovrebbe essere stato aggiunto alla vostra connessione. Per appurare che tutto sia andato per il verso giusto, aprite il prompt dei comandi e digitate in esso il comando ipconfig seguito dalla pressione del tasto Invio sulla tastiera.
Compariranno una serie di dati relativi alla connessione di Rete: se ci sono due sezioni dedicate a elementi quali suffisso DNS, Indirizzo IP e Gateway predefinito, tutto è OK. In caso contrario, provate ad abilitare IPv6 in Windows XP tramite il prompt dei comandi:
  • netsh
  • interface
  • ipv6
  • install
Fate seguire ogni comando dalla pressione del tasto Invio e il gioco dovrebbe essere fatto nel giro di dieci secondi.

Fonte: Geekissimo